Salta al contenuto
Rss





Italiano

Chiesa della Confraternita del Santissimo Nome di Gesù (Sec. XV)

immagine ingrandita Chiesa del Gesù - Facciata (Foto Mario) (apre in nuova finestra) Posta all'incrocio delle antiche vie d'ingresso della zona est del paese, la chiesa fu voluta dalla Confraternita legata alla devozione del S.S. Nome di Gesù, predicata in Piemonte da S. Bernardino da Siena nel 1414. Questa Confraternita nata in quegli anni, ottenne riconoscimento giuridico nel 1561 ed ebbe inizialmente sede presso la Pieve di San Pietro.
Fu attiva fino al 1950 con il compito di presenziare alla Messa domenicale, cantare le Lodi, l'Ufficio Divino e partecipare alle sepolture. Ora resta la Compagnia della Vergine Consolata i cui Priori, rinnovati ogni anno, promuovono la Novena e la festa della Consolata.
La costruzione della chiesa fu iniziata nel 1680, e terminata nel 1682.
Armonicamente ben costruita, con un'elegante facciata in paramano a piani sovrapposti separati da un cornicione, presenta gli elementi caratteristici dell'architettura seicentesca. La facciata, scandita da lesene che la suddividono in sei specchi, termina con un timpano coronato da brevi pinnacoli.
Al centro, sopra il portone d'ingresso, una finestra tripartita da due colonnine alleggerisce l'insieme e dà luce all'interno.
immagine ingrandita Chiesa del Gesù - Navata Interna (Foto Mario) (apre in nuova finestra) La chiesa ha una sola navata interrotta da due cappelle laterali. Notevole per eleganza il cornicione aggettante che, appoggiandosi su pilastri e lesene e continuando nell'abside, definisce tutto il perimetro della chiesa.
Interessante la soluzione angolare dei capitelli, e molto raffinate le lesene angolari spezzate lungo l'altezza. Successivi abbellimenti arricchirono gli altari con marmi e dorature che accentuarono lo sfarzo manieristico dell'epoca.
La collocazione centrale della chiesa, in prossimità delle ville estive di borghesi e nobili torinesi, favorì la frequentazione di persone facoltose che contribuirono a dotarla di ricche decorazioni, di arredi e di numerosi quadri.
Alcuni di questi, restaurati, sono tornati visibili: meritano attenzione il Compianto sul Cristo morto della scuola di Gaudenzio Ferrari, e la Sacra Famiglia, curiosamente raffigurata a tavola con gli Angeli in funzione di servitori.
Più che nei particolari è nell'armoniosità dell'insieme che il devoto, o il visitatore attento, trova l'atmosfera adatta alla preghiera e alla riflessione.


English

Church of the Brotherhood of the Holy Name of Jesus

Placed at the crossing of the ancient pathways to the east, the construction of the church was initiated by the Brotherhood devoted to worship of the Holy Sprit of Jesus, a brotherhood initiated in Piemonte by S. Bernardino from Siena in 1414. This Brotherhood was born in that period, obtained legal acknowledgment in 1561 and was initially centered near the Pieve di San Peter. It was active until 1950 with the task attending to the Sunday Mass, singing the Praises, the Divine Office and to oversee the interments of the deceased.
Today there remains the Company of the Consoled Virgin whose annually appointed Priors promote the Novena and the festivity of the Consoled one.
The construction of the church was begun in 1680, and finished in 1682. Exhibiting an impressive architectural harmony, with an elegant facade in superimposed overlapping surfaces separated by a cornice, it introduces the characteristic elements of sixteenth century architecture. The facade, composed of a surface subdivided into six mirrors, culminates in a recessed triangular space crowned with short pinnacles.
To the center, over the main entrance, a three-part window formed by the two columns passes light to the interior. The church has a single nave with two chapels located laterally.
Remarkable for its elegance is the jutting cornice that, resting on the pillars and continuing in the apse, defines the perimeter of the church.
Also of interest is the angular intersections at the tops of the arches, and the refinement of the angles which serves to break up the height of the surface.
Well-executed embellishments adorn the altars with marble and gilt work which emphasize the rich decoration of the period.
The position of the church, in close proximity to the summer villas of the noble bourgeois of Turin, favored the congregation of wealthy patrons who contributed to equip the building with rich decorations, furnishings and numerous pictures. Some of these, recently restored, are once again on display within the church.
Deserving special attention are the Mourning on the Dead Christ of the school of Gaudenzio Ferrari, and the Sacred Family, curiously represented at table with a meal being served by a host of angels. The devout person or careful visitor will perhaps find that the harmony of the whole, rather than any singular work of the interior, yields an atmosphere well suited to prayer and reflection.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di PIANEZZA (TO) - Sito Ufficiale
Piazza Leumann n.1 - 10044 PIANEZZA (TO) - Italy
Tel. (+39)011.9670000 - Fax (+39)011.9670295
Codice Fiscale: 01299070019 - Partita IVA: 01299070019
EMail: urp@comune.pianezza.to.it
Posta Elettronica Certificata: comune.pianezza@pec.it
Web: http://www.comune.pianezza.to.it


|