vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Pianezza appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Cosa vedere

Seleziona una o più categorie

Aree d'Interesse

Masso "Gastaldi"

Nome Descrizione
Indirizzo Via Masso Gastaldi (Centro Storico)

Borghi - Ricetti - Torri - Edifici e Resti Storici

Il Borgo

Nome Descrizione
Indirizzo Via al Borgo

Torre del Ricetto

Nome Descrizione
Indirizzo Via al Borgo
Apertura Apertura su richiesta; prenotazioni presso
l'ufficio URP 011/9670211

Castelli - Fortificazioni

Castello di Pianezza

Nome Descrizione
Indirizzo Via Lascaris (oggi via al Borgo)
Informazioni STORIA Nel 1706, durante la guerra di successione spagnola, iniziò il ruolo importante del castello di Pianezza nella guerra che si combatteva tra francesi e piemontesi.
I francesi, con 44 000 uomini, iniziarono l’assedio della città di Torino (che poteva contare solo su 12 000 uomini) il 12 maggio 1706. Il 5 settembre parte di un convoglio di rifornimenti e casse con gli stipendi per le truppe, si rinchiude nel castello, già occupato da loro. Viene subito circondato dai Granatieri di Brandeburgo comandati dal principe di Anhalt.
Secondo la tradizione, sopraggiunta la notte, una giovane popolana, di nome Maria Bricca, guidò il principe e 55 granatieri per una via segreta che conduceva alle cantine del castello: li condusse lungo le gallerie segrete, salirono per una scala a chiocciola (ne abbiamo traccia nella galleria detta di Maria Bricca) e irruppero nella sala da ballo del castello, dove pare che gli ufficiali francesi stessero addirittura gozzovigliando convinti della vittoria. Il castello venne espugnato, vennero fatti molti prigionieri e molte vittime fra i nemici. Le fonti francesi dell’epoca menzionano questo avvenimento e il fatto che le loro truppe sono state sorprese grazie all’aiuto di una donna e all’utilizzo di un percorso sotterraneo che conduceva fin dentro le mura del castello, anzi, più esattamente, al salone da ballo. Il castello venne quindi liberato e le casse del tesoro, che avevano portato all'interno, cadono in mano alle truppe piemontesi

Chiese - Oratori

Cappella di San Sebastiano (Sec. XV)

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza I Maggio

Chiesa della Confraternita del Santissimo Nome di Gesù (Sec. XV)

Nome Descrizione
Indirizzo Via Gramsci
Apertura Apertura su richiesta; prenotazioni presso
l'ufficio URP 011/9670211

Chiesa della Confraternita di San Rocco

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza Cavour

Chiesa della Madonna della Stella

Nome Descrizione
Indirizzo Via Madonna della Stella

Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo (Sec. XVII)

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza SS.Pietro e Paolo
Apertura Apertura su richiesta; prenotazioni presso
l'ufficio URP 011/9670211

Chiesetta campestre di San Bernardo e San Grato

Nome Descrizione
Indirizzo Via dei Pasturanti

Pieve di San Pietro (Sec. XI)

Nome Descrizione
Indirizzo Via Maria Bricca
Apertura Apertura su richiesta; prenotazioni presso
l'ufficio URP 011/9670211
Informazioni L’origine della Pieve di San Pietro risale all’epoca medievale, anche se il sito è ricco di reperti romani. La costruzione è quasi a strapiombo sulla Dora, lungo la cui riva destra correva una delle più importanti vie romane, la strada delle Gallie, la via Francigena, che partiva dalla Porta Segusina di Torino e, costeggiando la Dora, si spingeva sino ai valichi alpini. Ci sono correlazioni fra pievi e fundi latini a carattere agricolo, si trovano indizi anche nella Pieve di San Pietro: a parte il nome degli “Aebutii” impresso su un mattone – e tale potente famiglia possedeva fundi nella zona – a quanto pare la grande pietra che fa da soglia del presbiterio era elemento di un torchio in uso nel I secolo d.C. Il sito avrebbe potuto ospitare un edificio religioso: è stato rilevato come per lo più le pievi del triangolo Asti – Torino – Casale, sorgono su più antichi siti di templi o edicole pagane. Quindi, nel nostro caso, si possono ipotizzare con fondati motivi una continuità di insediamento e una lunga continuità di culto religioso, se si tiene conto che ad un edificio paleocristiano di epoca ravennate (VI secolo circa) si ascrive il frammento di pluteo riutilizzato nella nostra Pieve. Si potrebbe rimandare a strutture di epoca longobarda (VI – VIII secolo) il fatto che la misura base usata nell’edificio è il piede “liprando” (da Liutprando, re longobardo) e che l’intitolazione a San Pietro parrebbe solita nei luoghi conquistati al cattolicesimo, contro la fede dei Longobardi

Santuario di San Pancrazio

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza San Pancrazio
Apertura Apertura su richiesta; prenotazioni presso
l'ufficio URP 011/9670211

Giardini - Orti Botanici

Giardini Pubblici

Nome Descrizione
Indirizzo Via Musinè, Via Magellano, Via Caselette, Via Maiolo, Via Cortassa, Via Levi, Via Madonna della Stella, Via San Bernardo, discesa al Filatoio

Giardini Villa Leumann

Nome Descrizione
Indirizzo Parco Villa Leumann - Piazza Leumann, 1 - c/o Sede Comunale

Musei

City Motor

Nome Descrizione
Indirizzo Via Maria Bricca n.20
Telefono 011.9682655
Fax 011.9682703
EMail citymotors@comm.it
Web http://www.citymotors.comm.it

Museo della Passamaneria

Nome Descrizione
Indirizzo Via Maria Bricca n.20
Telefono 011.9675157
EMail info@massiavittorio1843.it
Web http://www.massiavittorio1843.it/

Studio di Pittura "Meltzeid Guglielmo"

Nome Descrizione
Indirizzo Via Caduti per la Libertà n.26
Telefono 011.9674793
EMail gm@meltzeid.com
Web http://www.meltzeid.com

Palazzi - Ville

Palazzo Villa Rapelli

Nome Descrizione
Indirizzo Via G. Matteotti n.3 - c/o Biblioteca Comunale
Telefono 011.9672409
Fax 011.966 3855

Villa Casalegno - Galleria d'Arte Contemporanea

Nome Descrizione
Indirizzo Via al Borgo n.2
Telefono 011.9670204 (Ufficio Cultura)

Villa Lascaris

Nome Descrizione
Indirizzo Via Lascaris, 4 (oggi Via al Borgo)
EMail villalascaris@libero.it
Web http://villalascaris.191.it
Sede Via Lascaris n.4
Informazioni Tel. 011.9676145 - Fax 011.9780217

Villa Leumann

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza Leumann,1 c/o Municipio Comunale
Apertura Apertura su richiesta; prenotazioni presso
l'ufficio URP 011/9670211

Parchi Naturali

Parco di Villa Lascaris

Nome Descrizione
Indirizzo Via al Borgo c/o Villa Lascaris